Riprendiamo il cammino

Pubblicato da patriziabaffi il

Riprendiamo il cammino, costruiamo l’alternativa all’alleanza dei populismi

Patrizia BaffiNon è stata una pausa feriale serena per il nostro paese: la tragedia del ponte Morandi, con il suo carico di dolore per chi ha perso la vita e per le centinaia di genovesi che hanno perso la loro abitazione – un’ulteriore dimostrazione della fragilità del nostro sistema infrastrutturale che necessità ovunque di una messa in sicurezza – la vicenda della nave Diciotti nella quale abbiamo assistito all’indifferenza generale nei confronti della violazione dei diritti umani.

Il contesto

Non è un tempo facile per tutti coloro che hanno perso o rischiano di perdere il lavoro, anche nel nostro lodigiano, a seguito degli effetti della lunga crisi economica iniziata oramai da un decennio.

Non è un tempo facile per i nostri giovani, che spesso e volentieri dopo lunghi e faticosi anni di studio, non trovano un lavoro dignitoso, mettendoli nella condizione di cercare in altri paesi una risposta al loro desiderio di costruire una vita indipendente in cui realizzare le proprie aspettative.

“è nostro dovere saper rialzare la testa”

In questo contesto abbiamo assistito all’avanzata delle nuove forze populiste, che oggi governano il Paese e che saldano nella loro alleanza la rabbia e il rancore dei nostri concittadini.

Dopo la sconfitta del 4 Marzo le forze del centrosinistra e del PD faticano a riprendersi da quell’esito e da quel giudizio elettorale, ma è nostro dovere saper rialzare la testa, ripartire nella convinzione che dobbiamo in ogni luogo ricostruire quella comunità di donne e di uomini, che credono nei valori dell’unità, che sappiano dire no a nuovi muri e che credono nella necessità di un’Europa dei popoli.

La risposta

Credo che spetti in primis al PD questo ruolo di perno fondante di questa ricostruzione, un partito aperto, che sappia costruire in ogni luogo, dalla grande città all’ultimo dei nostri comuni, un dialogo con tutti coloro che credono che un’alternativa al pensiero oggi dominante sia possibile.

Ascoltiamo senza presunzione le altrui idee, costruiamo insieme progetti in grado di dare risposte alle persone, usciamo dalla presunzione di essere sempre dalla parte giusta, dobbiamo con molta umiltà e tenacia scendere dal piedistallo di sentirci sempre migliori degli altri. 

Il Congresso

Per il PD si apre una fase, quella congressuale, che può e deve rappresentare l’occasione per intraprendere questo nuovo viaggio, questa attraversata che potrà essere lunga e dolorosa ma nella quale mai deve venire meno il nostro desiderio di costruire e non di distruggere.

Un congresso aperto nel quale ciascuno di noi dal primo dei dirigenti all’ultimo degli iscritti sappia rimettersi in gioco, recuperando lo spirito per cui dieci anni or sono nacque questo partito e nella prosecuzione di quel progetto riformista in cui io tanto ho creduto e ancora credo.

La lezione per il futuro

I valori socialdemocratici in questo Paese, nel corso della storia, hanno avuto la meglio quando hanno messo da parte le divisioni e i rancori personali e hanno saputo costruire una risposta unitaria e convincente agli occhi dei nostri concittadini.

“Una risposta che guarda al futuro perché indietro non si torna.”

Vorrei citare a tal proposito le parole di Aldo Moro in occasione di un intervento in una riunione dei gruppi parlamentari della D.C., poco prima di essere rapito, disse: ”so che in molti c’è il sogno di oltrepassare il buio di questi anni e di tornare alle antiche certezze, questo non è possibile, dobbiamo vivere sino in fondo questo tempo per costruire le basi per un domani migliore”.

Patrizia Baffi

“i valori socialdemocratici necessitano di persone che hanno un sogno

Riprendiamo il cammino dunque, perché i valori socialdemocratici hanno bisogno di persone che li muovono e che hanno un sogno.

 

 

Categorie: Generale

3 commenti

Emilio Gnocchi · 7 Settembre 2018 alle 08:31

Cara Patrizia….quelli di Lonigo non hanno certo alzato muri…..sono quelli che utilizzano la mancanza di muri populisti ad approfittarne, e questo anche al PD non deve andare bene..Gli immigrati che arrivano non devono venire considerati ” i nuovi proletari” da sostenere, con mentalità da vecchio partito comunista….il PD e’ andato oltre con Renzi ed i vecchi sono rimasti a Liberi Uguali,altrimenti il PD e mi spiace molto…continuerà a perdere voti

MARINELLA LAMI · 7 Settembre 2018 alle 09:02

MI PIACE QUELLO CHE DICI E I TUOI VALORI HANNO DELLE BASI E PRINCIPI HANNO DELLE BASI MOLTO SOLIDE. GRAZIE DI ESSERCI

MARINELLA LAMI · 7 Settembre 2018 alle 09:06

GRAZIE DI ESSERCI. MI PIACCIONO I TUOI PENSIERO E VALORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: