Il senso di un impegno

Pubblicato da patriziabaffi il

Nel corso del proprio cammino giunge il giorno in cui ti chiedi: cosa posso fare per il futuro della società in cui crescono i miei figli, cosa mi è stato donato da mettere a frutto?

Quando i miei figli sono cresciuti, e quindi la programmazione familiare me lo ha concesso, ho trovato la risposta impegnandomi prima nelle attività sociali, poi in quella amministrativa nel comune ove risiedo e oggi, grazie al sostegno ricevuto da elettrici e elettori del lodigiano, nell’assemblea regionale – a tutti gli effetti la terza per importanza dopo Camera e Senato – in cui si confrontano idee, proposte e differenti sensibilità provenienti sia dai gruppi politici che dai tanti luoghi della Lombardia.

“ho sempre dedicato
tutta me stessa agli
impegni presi per dare
risposte concrete…”

Ho sempre dedicato tutta me stessa agli impegni presi, ogni giorno e con la consapevolezza dei miei limiti, ben sapendo che nessuno sia in grado di realizzare alcun progetto in solitudine, e con l’obbiettivo di dare sempre delle risposte concrete ai problemi delle persone, cercando di contribuire ad un progetto di maggiore giustizia sociale e a migliori orizzonti per le generazioni future.

La mia scelta di campo per lo schieramento di centrosinistra e per il Pd nasce da queste premesse e trova declinazione nell’impegno quotidiano a svolgere il mio ruolo con il massimo impegno, con serietà e spendendomi totalmente, ascoltando le ragioni di ogni parte al fine di poter trovare la soluzione migliore per le nostre comunità e le persone che le compongono. Perché è a loro che dobbiamo risposte: è questo il senso di un impegno politico.

“non amo la politica
vissuta come lotta
tra tifoserie”

Non amo e non condivido la politica vissuta come lotta fra le curve degli stadi, preferisco la fermezza nei propri principi e un confronto leale con chi non concorda con me.
Non è una guerra: i miei avversari politici sono persone con le quali condivido la passione e l’impegno per la politica.

Con questo spirito, in un’ottica di confronto vero, cerco sempre il dialogo perché credo che questo sia l’aspetto più nobile ed elevato della politica a cui dobbiamo ritornare a dare lustro e bellezza.

“non è per seminare
odio che veniamo
scelti dagli elettori”

 

Per questo non amo le accese discussioni, che sfociano spesso e volentieri in insulti, sui social e negli scambi verbali, in quanto non servono alla “buona politica” bensì creano odio e rancore fra le persone, dividendo senza creare alcun riscontro positivo alle domande e alle necessità a cui siamo chiamati a rispondere.
Non è per seminare odio che veniamo scelti dagli elettori e non diventiamo di certo un bell’esempio ai loro occhi.

Non dimentichiamoci mai che dobbiamo essere guida ed esempio nel nostro modo di porci e nel nostro metodo nel portare avanti le istanze e le battaglie a cui siamo chiamati.

Negli ultimi mesi, dopo l’elezione del 4 marzo scorso in consiglio regionale, ho continuato a frequentare il lodigiano trovando in ogni occasione donne e uomini, giovani e meno giovani, preoccupati per il loro futuro e quello del nostro Paese. Da noi – loro rappresentanti nelle istituzioni – si aspettano sia ascolto, sia dei provvedimenti nei settori che maggiormente toccano la loro vita quotidiana: dalla scuola, alla socio-sanità, ai trasporti per finire alla casa e alla tutela dell’ambiente.

Sui temi dobbiamo confrontarci e queste dovranno essere le nostre battaglie nelle quali io sono già impegnata.

“la gente si aspetta da noi ascolto e provvedimenti efficaci”

Ho sempre creduto nella politica del fare, in quella politica senza pregiudizi e preconcetti, quella che scende dal piedistallo di sentirsi sempre dalla parte della ragione, lontana dalla mera spartizione di ruoli e in grado di aprire davvero un rapporto di vicinanza con le persone.

Il mio augurio è che la prossima stagione congressuale del Pd rappresenti l’occasione di ripartire da questo. Dobbiamo dare un segnale forte di cambiamento alla nostra base, ai tanti uomini e donne che in noi si ritrovano per valori e principi e ai tanti che sono in cerca di credere in qualcosa e in qualcuno.

Categorie: Generale

4 commenti

Emilio Gnocchi · 2 Ottobre 2018 alle 17:00

Bello il tuo curriculum…..quello che mi dispiace che il tuo partito ha “impallinato” Renzi che era in gamba e con idee chiare ed e’ ormai….purtroppo come ha scritto il Corriere della Sera fedele a questa definizione : il PD è una vettura dove chi non è al volante taglia le gomme a chi guida in quel momento.”

    patriziabaffi · 3 Ottobre 2018 alle 10:52

    Ciao Emilio ti ringrazio per le riflessioni che puntualmente mi riporti e che mi permettono di fare ulteriore analisi. Io continuo a credere nel progetto riformista proposto e perseguito da Matteo Renzi e auspico che il mio Partito riprendera’ quella strada , perche’ indietro non si torna. Questo il mio pensiero.
    Ti abbraccio

Rognoni Caterina · 2 Ottobre 2018 alle 19:12

Ti devo ringraziare per tutti le mail che ricevo in merito alle delibere del consiglio regionale, anche se non mi riguardano personalmente trovo interessante conoscere il lavoro che si svolge in regione.
Condivido con te che la politica degli insulti non porta da nessuna parte e il dialogo purchè costuttivo è sempre meglio.
Buon lavoro

    patriziabaffi · 3 Ottobre 2018 alle 11:03

    Grazie Caterina,
    sto cercando di dare il mio contributo al territorio e lo faccio seguendo il mio personale credo circa i metodi e i meccanismi della politica, che penso abbiano bisogno di: correttezza, etica e rispetto. A questo proposito credo che chi ricopre cariche elettive e ruoli istituzionali, debba essere di esempio perche’ seminare odio trasformando la politica in una guerra tra faide, non solo non aiuta nel dare risposte ai bisogni delle comunita’ e delle persone , ma diventa un cattivo esempio che non fa che produrre sfiducia nella politica.
    Ti ringrazio per la tua vicinanza e ti saluto caramente. A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: