Fanghi: non possiamo attendere ancora un anno

Pubblicato da patriziabaffi il

Baffi (PD): “Bene la delibera con la riduzione, ma i tempi vanno anticipati”

“Finalmente arriva la delibera che riduce le tipologie di fanghi ritirabili per l’utilizzo in agricoltura. Per noi è un successo perché è una limitazione che abbiamo voluto e chiesto con forza”, è il commento di Patrizia Baffi, consigliere regionale del Pd e componente della VIII Commissione Agricoltura, dopo la seduta di Giunta regionale che ha approvato la delibera sui fanghi.

“Adesso i limiti saranno più stringenti con una riduzione di circa il 30% delle tipologie di fanghi ammissibili in agricoltura a oggi previste – continua Baffi –. Un primo risultato positivo che segue l’approvazione della risoluzione sul tema in consiglio regionale, dove il principio da salvaguardare è stato la valorizzazione dei fanghi di alta qualità, perché siano riutilizzati, in un’ottica di economia circolare, per il recupero di elementi nutritivi nei terreni resi esausti da un’agricoltura intensiva, senza dover attingere all’impiego di fertilizzanti chimici”.

Tuttavia, fa presente il consigliere Pd, “il nuovo elenco allegato alla delibera entrerà in vigore decorsi 12 mesi dalla pubblicazione sul Burl. Ecco, noi chiederemo di poterne anticipare l’efficacia. Il problema è quanto mai urgente. Non ci pare possibile attendere ancora un anno”.

DGR-1777-del-17.06.2019

Categorie: VIII Agricoltura

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: