Alzheimer: nel lodigiano solo 7 posti

Pubblicato da patriziabaffi il

Rammarico per  il parziale  riconoscimento dei posti letto nella Rsa  del territorio lodigiano

Regione Lombardia, con la delibera delle regole del 17/12/2018 aveva previsto  per le residenze sanitarie assistenziali  uno stanziamento integrativo di risorse al fine di poter riconvertire  una quota   di posti ordinari in posti  Alzheimer;  e a tal proposito il 18 aprile con avviso pubblico Ats, ha sancito le regole con le quali le strutture potevano richiedere  la riconversione

Per il distretto di Lodi, sulla scorta dei dati epidemiologici,  venivano previsti  nel bando 50 posti aggiuntivi

Purtroppo però, nella Delibera di riconoscimento di nuovi posti Alzheimer, emessa da Ats il 18/10/2019, sulla scorta dei requisiti riconosciuti,  il territorio lodigiano si è visto riconvertiti  solo 7 posti. (6 alla Fondazione Opere Pie di Codogno e 1 alla Fondazione Santa Chiara).

Spiace constatare che a fronte di una patologia così grave, con un  bisogno sempre crescente e  liste d’attesa sempre più lunghe,  non si siano determinate le condizioni per dare risposta al bisogno del  territorio. Questo significa che i 43 posti non assegnati, e previsti per il lodigiano,   sono stati ridistribuiti su altri territori .  Davvero un enorme dispiacere non vedersi riconosciuto ciò di cui il territorio ha tanto bisogno per dare risposta ai malati e alle loro famiglie.  

Ricordo che la patologia di Alzheimer purtroppo rende difficile la gestione del paziente a casa ed è altamente devastante per le famiglie che non riescono a trovare una adeguata collocazione in una struttura protetta per il loro Caro.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: