Trasporto ferroviario regionale

Pubblicato da patriziabaffi il

Baffi (Italia Viva): “Trenord, no al rinnovo decennale della concessione”

“Oggi in aula l’Assessore regionale ai Trasporti, Claudia Terzi, ha difeso l’ipotesi di riassegnare il contratto per il trasporto pubblico locale su rotaia a Trenord senza nemmeno passare attraverso una regolare gara d’appalto. Nonostante i disservizi quotidiani subiti da centinaia di migliaia di pendolari, Regione Lombardia è orientata a rinnovare l’incarico per altri 9 anni a 5 miliardi di euro (con un netto aumento dei sussidi che i contribuenti lombardi andranno a versare alla società di trasporto). Indire una gara avrebbe indubbi benefici per i cittadini, per l’imprenditoria italiana e per la stessa Trenord.

I cittadini godrebbero di un servizio più efficiente, dovuto ad una maggiore concorrenza tra operatori. L’imprenditoria italiana se ne gioverebbe: la storia recente dimostra che, quando vengono bandite gare veramente aperte, nascono nuovi operatori competitivi, come avvenne con Italo Treno (ai tempi della liberalizzazione delle tratte ad Alta Velocità) e con ArenaWays (poi fallita per colpa delle politiche anticoncorrenziali di Rete Ferroviaria Italiana). E infine la stessa Trenord trarrebbe beneficio da una gara: dovendo affrontare nuovi concorrenti, essa dovrebbe migliorare la sua offerta attuale.
Se, tuttavia, la Giunta Fontana dovesse confermare l’intenzione di prolungare (senza gara) la concessione a Trenord, Italia Viva chiede che venga aperta una riflessione sulla durata di tale rinnovo: i 6 anni ipotizzati dal contratto di servizio ancora in vigore paiono sufficienti a garantire robusti investimenti sul materiale rotabile.”


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: