Il caso San Donato

Pubblicato da Patrizia Baffi il

Baffi, Italia Viva: “San Donato, dalla relazione di Gallera emergono fatti gravi”

“Come da me formalmente richiesto il 28 gennaio scorso, l’ass. Gallera ha provveduto a relazionare in Consiglio regionale in merito all’ispezione predisposta dall’ATS di Milano presso il Policlinico di San Donato.”

Sugli organi di stampa erano emerse notizie inquietanti, che raccontavano di interi reparti del Policlinico di San Donato modificati per curare (a pagamento) miliziani libici anziché pazienti lombardi – nonostante quei 70 posti letto fossero destinati al Servizio Sanitario Regionale – sulla base di un opaco protocollo d’intesa tra il Gruppo San Donato e il governo di Tripoli.

“Dalla relazione dell’ass. Gallera emerge uno scenario grave, dal quale risulta che l’ATS di Milano stia provvedendo a contestare alle strutture la mancata preventiva autorizzazione a modificare l’assetto accreditato e a contratto, in quanto tali modificazioni organizzative sono vietate dalla normativa vigente. Tali contestazioni comporteranno l’erogazione di sanzioni al Gruppo San Donato. Mancano ancora, tuttavia, i dati completi relativi all’attività 2019, che permetteranno di capire se le tre strutture del Gruppo risultano (o meno) avere scostamenti significativi dal budget contrattuale loro assegnato: non abbasserò la guardia e chiederò all’ass. Gallera di aggiornare il Consiglio anche su questo importante fattore”


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: