Coronavirus, prorogato il termine per le domande PAC

Pubblicato da Patrizia Baffi il

Baffi, Italia Viva: “Sostegno al comparto agricolo. Prorogato il termine per le domande PAC”

Sostenere la filiera alimentare in questo momento è di fondamentale importanza per l’Italia e per la Lombardia, prima regione agricola del nostro paese. Bene ha fatto il Ministro dell’Agricoltura Bellanova a richiedere alla fine dello scorso febbraio di prorogare i termini per la presentazione delle domande relative ai contributi previsti dalla Politica Agricola Comune (PAC)”, dichiara Patrizia Baffi Consigliere Regionale della Lombardia “richiesta a cui la Commissione Europea ha dato il via libera prevedendo lo slittamento del termine di un mese, dal 15 maggio al 15 giugno 2020“.

Una notizia fortemente attesa dal mondo agricolo, le cui attività sono notevolmente rallentate dai blocchi alla movimentazione imposti a seguito dell’emergenza COVID-19.

Oltre alla proroga delle domande PAC, la Commissione Europea ha assicurato la più ampia disponibilità ad esaminare le altre richieste presentate dall’Italia, su: tempi di liquidazione degli aiuti PAC relativi alla campagna 2019, rimodulazione dei programmi di promozione, proroga delle scadenze relative alle organizzazioni comuni di mercato del vino e dell’ortofrutta, rendicontazione dei Programmi di sviluppo rurale.

“Ancora una volta il Ministro Bellanova ha saputo farsi portavoce delle esigenze del mondo agricolo e ottenere l’accoglimento delle richieste e delle sollecitazioni delle aziende anche a livello europeo”, prosegue l’esponente di Italia Viva.

Anche Regione Lombardia non può esimersi dal mettere in campo ogni azione utile a sostegno del comparto, a partire dal potenziamento del personale dedicato ai pagamenti PAC e PSR, al fine di accelerare il più possibile i termini di corresponsione delle risorse e garantire maggiore liquidità alle aziende sin dai prossimi mesi”, conclude Patrizia Baffi.

La Lombardia, con oltre 45.000 aziende agricole attive, da sola incide per il 17,7% sul numero totale di aziende da latte e per il 42,2% sulla relativa produzione commercializzata in Italia, produce oltre il 40% del riso nazionale, alleva oltre il 50% dei capi suini ed il 24% dei capi bovini nazionali.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: