Coronavirus, Gruppo Misto Lombardia: Fontana chiuda tutto anche da solo

Pubblicato da Patrizia Baffi il

“Caro Presidente Fontana. L’emergenza in Lombardia è ogni ora che passa sempre più grave. Non è più possibile aspettare: serve chiudere tutto quello che si può e concentrarsi solo sull’aspetto sanitario. Ti chiediamo, se possibile, di condividere con il presidente Mattarella questa necessità assoluta e, se serve, di procedere da solo, come presidente della regione più colpita d’Italia“.

Lo dichiarano, in una lettera-appello al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, i consiglieri regionali del Gruppo Misto Viviana Beccalossi, Paolo Franco e Patrizia Baffi. I consiglieri provengono rispettivamente da Brescia (Beccalossi) e Bergamo (Franco), i due territori al momento più colpiti e da Codogno (Baffi), dove si sono applicate le prime misure di isolamento a inizio epidemia.

“Proprio perchè viviamo direttamente nelle zone che stanno pagando il prezzo più alto – prosegue la nota- siamo convinti che vadano fermate subito tutte le attività non essenziali. Va fatto per rispettare il lavoro straordinario di chi si sta occupando dell’emergenza sanitaria e per tutelare di più e meglio tutti i cittadini”.

Presidente Fontana -concludono i rappresentanti del Gruppo Misto- siamo certi che i lombardi sapranno capire che la tua decisione sarebbe presa per il bene di tutti, per quella salute che viene prima della cortesia istituzionale e delle infinite riunioni ai ministeri che bloccano le decisioni. I morti nelle nostre città e nei nostri paesi sono evidentemente troppo lontani da Roma. Talmente lontani che fino a oggi il presidente Conte ha chiesto agli operai di andare tutti i giorni a lavorare in fabbrica, senza trovare il tempo di una visita in Lombardia per fare sentire la vicinanza del Governo”.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: