Coronavirus: sostegno per i medici

Pubblicato da Patrizia Baffi il

Baffi (Italia Viva): “La Regione integri le premialità per i medici e chieda al Governo di limitare responsabilità civile”

L’emergenza Coronavirus ha messo a dura prova gli operatori sanitari, a partire dai medici. Non si sono mai risparmiati, pagando spesso il rischio di contagio anche in prima persona, in una situazione difficile e in condizioni stremanti. Un impegno che i medici hanno portato avanti al servizio della comunità, che è andato oltre i doveri della professione e che va riconosciuto e sostenuto ad ogni livello, dichiara il Consigliere Regionale Patrizia Baffi.

A tal fine, in vista delle prossime sedute della Commissione Sanità e del Consiglio Regionale del 16 aprile, ho voluto presentare alcune proposte per la risoluzione sull’emergenza Covid-19 che verrà discussa” prosegue l’esponente di Italia Viva.

In primo luogo, così come proposto al Senato da un emendamento di Italia Viva al Decreto ‘Cura Italia’, ho chiesto che Regione Lombardia si faccia promotrice presso il Governo di una misura che preveda di delimitare ai soli casi di colpa grave la punibilità civile del personale sanitario operante nella gestione dell’emergenza Coronavirus” dichiara Patrizia Baffi In secondo luogo, ho chiesto che Regione Lombardia integri con risorse proprie i fondi che saranno stanziati dallo Stato per riconoscere una premialità al personale impegnato nella gestione dell’emergenza Coronavirus“.

Credo che serva un forte segnale di vicinanza delle istituzioni a chi da settimane si trova in prima linea nel contrasto a questo nemico invisibile, conclude il Consigliere Regionale Patrizia Baffi.


1 commento

Rita · 8 Aprile 2020 alle 08:17

Accertarsi che i medici premiati siano veramente quelli che siano impegnati nel covid intendo i medici di base…e i medici ospedalieri.
Poi gli infermieri non dimentichiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: