Iniziative culturali accessibili a tutti

Pubblicato da Patrizia Baffi il


Baffi (Italia Viva): “Le iniziative culturali devono essere accessibili a tutti, anche alle persone con disabilità. Sollecitata la discussione della mia interpellanza”

E’ necessario garantire ad ogni cittadino la possibilità di accesso e fruizione del patrimonio culturale, lo prevede prima di ogni altra norma la Costituzione. I luoghi individuati dalle amministrazioni pubbliche per l’organizzazione di mostre ed eventi devono quindi essere idonei per le persone in condizioni di disabilità e per tutti i potenziali fruitori” dichiara il Consigliere Regionale di Italia Viva, Patrizia Baffi “Ho sollecitato nei giorni scorsi la discussione della mia interpellanza depositata prima del lockdown e scaturita dalle segnalazioni ricevute in occasione dell’organizzazione della mostra fotografica all’Arengario, struttura al momento non accessibile alle persone con disabilità, in cui invito Regione Lombardia ad intervenire da subito con una circolare in materia che dia disposizioni chiare ed imprescindibili ai Comuni“.

“Non ci sono attenuanti neanche per gli immobili “vincolati”” evidenzia Patrizia Baffi “per i quali la norma insiste affinchè si provveda alla soluzione del problema almeno con opere provvisionali” .

Lo scorso mese di maggio ho sottoscritto l’ordine del giorno, approvato dal Consiglio, con cui si impegna la Giunta Regionale ad attivare i lavori per una rivisitazione ed un aggiornamento della legge regionale 6/1989 “Norme sull’eliminazione delle barriere architettoniche e prescrizioni tecniche di attuazione”, su cui si potrà intervenire ulteriormente con disposizioni che non lascino spazio a libere interpretazioni, ma occorre intervenire da subito a livello regionale con indicazioni chiare che escludano in ogni modo la possibilità di organizzare iniziative culturali in strutture non accessibili a tutti” conclude.

Il Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali del 10 maggio 2001 “Atto di Indirizzo sui criteri tecnico-scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei musei” sottolinea che “Ogni museo è tenuto, anche nel rispetto della normativa vigente, a dedicare impegno e risorse affinché l’accesso al museo sia garantito a tutte le categorie di visitatori/utenti dei servizi rimuovendo barriere architettoniche e ostacoli di ogni genere che possano impedirne o limitarne la fruizione a tutti i livelli“.

ITL6011-Accessibilit�-e-fruizione-delle-iniziative-culturali-alle-persone-con-disabilità


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: