Riforma sanitaria e potenziamento della medicina territoriale. Tra le novità più importanti in esame: Ambulatori Sociosanitari Territoriali e strumentazioni per i Medici di Famiglia

Pubblicato da Patrizia Baffi il

Torna centrale nella discussione della riforma sanitaria il potenziamento della medicina territoriale: tra le novità più rilevanti in esame in questi giorni in Consiglio Regionale, assume senza ombra di dubbio particolare importanza la proposta avanzata oggi in aula di sostenere con risorse regionali l’attività dei Medici di Medicina Generale nei territori” dichiara il Consigliere Regionale lodigiano di Fratelli d’Italia Patrizia Baffi “Una iniziativa che va nella direzione di offrire un servizio sanitario ancora più vicino al cittadino, in collaborazione con i Comuni, con strutture interamente dedicate ai Medici di Medicina Generale che decideranno di associarsi creando un vero e proprio poliambulatorio territoriale”.

A sostegno e supporto dell’attività svolta dai Medici di Famiglia proposto il finanziamento, con oneri a carico del fondo sanitario regionale, dell’acquisto di apparecchiature medicali e di strumentazioni di telemedicina, previsto il riconoscimento per il Medico di Famiglia di un compenso ad esame, che resterebbe ovviamente totalmente gratuito per il paziente, ed il sostegno da parte di Regione Lombardia ai Sindaci che metteranno a disposizione dei medici i locali da adibire ad Ambulatori Sociosanitari Territorialievidenzia Patrizia Baffi “L’obiettivo è anche quello di contenere le liste di attesa e rendere più semplice e veloce per il cittadino poter fare ad esempio, direttamente nell’ambulatorio del proprio medico, esami come il cardiogramma”.

Al fine di sviluppare e potenziare la telemedicina come strumento di sostegno per la realizzazione di modelli innovativi di organizzazione ed erogazione dell’assistenza sanitaria, è di fatto proposta l’istituzione di un apposito fondo regionale per la realizzazione di specifici progetti che sviluppino tecnologie di supporto alle relazioni tra i professionisti e gli assistiti e all’erogazione di servizi sanitari e sociosanitari che consentano il monitoraggio a domicilio dei pazienti” sottolinea il Consigliere Regionale “Fondo a cui si prevede di destinare, con una proposta di modifica alla norma finanziaria, 5 milioni di euro”.

Queste importanti proposte, saranno messe al voto nelle sedute di Consiglio Regionale dedicate al progetto di legge di revisione della riforma sanitaria, in programma lunedì 29 e martedì 30 novembre”,conclude.

Milano, 26 Ottobre 2021


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: