510mila Euro nel Lodigiano per offerta formativa ITS che può essere ottimo impulso per sviluppo e crescita del territorio

Pubblicato da Patrizia Baffi il

“I 510mila Euro che arrivano nel Lodigiano in virtù dell’approvazione dell’impegno di spesa regionale per il finanziamento dei percorsi per la realizzazione dell’offerta formativa di Istruzione Tecnica Superiore 2022/2023 sono un’ottima notizia rispetto a un tema, quello del potenziamento nel Lodigiano dell’offerta formativa specialistica rappresentata da ITS e IFTS, sul quale mi ero rivolta in passato all’Assessore alla Formazione e Lavoro. Sono stati approvati gli stanziamenti in seguito al Bando Offerta formativa ITS – Istruzione Tecnica Superiore a.f. 2022/2023 e nel Lodigiano vengono finanziati due progetti, ognuno con un contributo regionale pari a 255mila Euro, realizzati dalla Fondazione ITS Agrorisorse di Lodi”.

Così Patrizia Baffi, Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia e membro della Commissione Attività produttive di Regione Lombardia, sul “PR FSE+ 2021-2027 – Approvazione del contributo pubblico per il finanziamento dei percorsi per la realizzazione dell’offerta formativa di Istruzione tecnica superiore (ITS) dell’A.F. 2022/2023”, che dà attuazione agli esiti del Bando Offerta formativa ITS – Istruzione Tecnica Superiore a.f. 2022/2023 rivolto alle Fondazioni ITS della Lombardia.

L’offerta di tecnici specializzati può svolgere nella ripartenza della Lombardia, attraverso i percorsi di istruzione tecnica superiore (ITS) e la crescita dell’esperienza delle Fondazioni, un ruolo attivo di incontro tra domanda e offerta di lavoro e ha contribuito a facilitare l’ingresso nel mercato del lavoro di molti giovani, con risultati veramente lusinghieri – continua Patrizia Baffi -. Per questo avevo espresso all’Assessore la convinzione che fosse necessario potenziare tale offerta formativa, a partire proprio dal mio territorio, il Lodigiano, nel 2021 tra le province in coda alla classifica per numero di iscritti ogni 10.000 giovani residenti (20-25 anni). In questo senso, avevo sottolineato l’importanza di un intervento di Regione Lombardia al fine di favorire maggiori investimenti nelle province dove i dati registrano su questo fronte una evidente carenza”.

I due percorsi con cui l’Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie per il Made in Italy – la Filiera Agroalimentare di Lodi ha partecipato al Bando sono:

·       PRECISION FARMING MANAGER: Tecnico Superiore esperto in Agromeccanica di precisione per l’innovazione del sistema agro-zootecnico e agro-ambientale

·       TECNICO SUPERIORE SPECIALIZZATO NELLA TRASFORMAZIONE, GESTIONE E VALORIZZAZIONE DELLA FILIERA LATTIERO-CASEARIA E ZOOTECNICA

Milano, 22 dicembre 2022


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: