Assistenza disabili nelle scuole paritarie

Baffi (PD): “Perché Regione ritarda i pagamenti?”

“Nonostante il contributo stanziato in bilancio regionale per il finanziamento del sostegno ai disabili nelle scuole paritarie, cioè pubbliche a tutti gli effetti nell’accoglienza degli alunni e nella corrispondenza alle norme generali sull’istruzione, ad oggi Regione Lombardia è in forte ritardo nel pagamento agli istituti.

“poichè il sostegno è un diritto soggettivo,
è ora che la Regione dia certezze”

Occorre ricordare che il contributo, contenuto nella Dote Scuola, è riferito all’anno scolastico 2018-2019, nel quale le scuole hanno regolarmente erogato stipendi ai docenti di sostegno, anticipando ogni spesa.

(altro…)

Edifici scolastici sicuri

Baffi (PD): “Appello al governo condiviso, ma regione intervento a sostegno dei piccoli comuni”

Quali investimenti la Giunta regionale intende stanziare affinché la programmazione regionale in materia di edilizia scolastica possa essere realizzata? E qual è la dotazione finanziaria da destinare con la finalità di soddisfare un obiettivo espressamente dichiarato nel Programma regionale di sviluppo per promuovere la sicurezza e l’innovazione nelle strutture scolastiche lombarde? Lo chiedeva un’interpellanza del Gruppo regionale del Pd che è stata affrontata stamattina in consiglio regionale.

(altro…)

Navigator: che ruolo e che funzioni?

Navigator, Baffi: “Che ruolo e che funzioni svolgeranno i 12 vincitori lodigiani del concorso? Si faccia chiarezza”

Il concorso nazionale che si terrà a Roma domani assegnerà alla nostra provincia 12 navigator, ovvero le nuove figure che collaboreranno con i centri per l’impiego per dare supporto a chi chiederà il reddito di cittadinanza, in attesa di rientrare a pieno titolo nel mondo del lavoro. Nell’augurare in bocca al lupo ai 204 cittadini del lodigiano che parteciperanno, non posso però non sottolineare che le certezze si fermano ai numeri, di chi si è iscritto alla selezione e di quanti la passeranno. Perché il resto è avvolto in una drammatica nebulosa.  Lo dichiara la vicecapogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Patrizia Baffi.

“Le certezze si fermano ai numeri,
il resto è avvolto in una drammatica nebulosa”

(altro…)

Mercatone Uno: si conceda subito la cassa integrazione

Baffi (PD): Il Governo conceda subito la cassa integrazione. La Regione riattivi il fondo delle anticipazioni sociali

Un intervento attivo della Regione sulla crisi del Mercatone Uno che coinvolge più di 300 lavoratori in Lombardia. Questo quanto chiesto oggi dai consiglieri regionali del Pd nel corso di un’audizione delle rappresentanze sindacali e datoriali (assente la proprietà anche se convocata) che si è tenuta oggi in commissione Attività produttive.

“la necessità primaria è che
il Ministero dello Sviluppo Economico
attivi gli ammortizzatori sociali”

“Abbiamo chiesto l’audizione sulla crisi del Mercatone Uno – afferma Patrizia Baffi – perché davvero preoccupante. La necessità primaria è che il ministero dello Sviluppo economico attivi quanto prima gli ammortizzatori sociali, visto che il Tribunale di Bologna, lo scorso venerdì, ha stabilito la retrocessione dell’amministrazione straordinaria.

(altro…)

Mercatone Uno: chiesta audizione

Mercatone Uno: il PD chiede audizione in Regione di sindacati e azienda Il Partito Democratico chiede al presidente della commissione Attività produttive del Consiglio regionale di convocare al più presto un’audizione delle rappresentanze sindacali, datoriali e della proprietà della Mercatone Uno, dopo la notizia della chiusura per fallimento di tutti Leggi tutto…

Sblocca-cantieri, blocca Codogno?

Lo sblocca-cantieri ne ha bloccato uno a Codogno? “Un decreto chiamato “sblocca-cantieri” dovrebbe aiutare i comuni a realizzare i loro progetti, non il contrario. Mi auguro che  la realizzazione dell’illuminazione e dell’impianto fotovoltaico del nuovo centro sportivo di Codogno non debbano subire eccessivi ritardi per via di una decisione quantomeno curiosa Leggi tutto…

Botteghe storiche: sostegno bipartisan in Regione

Baffi (PD): “Buon punto di partenza, ma occorre più impegno sugli affitti”

Voto favorevole, ieri sera in Consiglio regionale, del Partito Democratico alla legge che valorizza le attività storiche e tradizionali all’interno dei centri storici delle città lombarde. Grazie al Pd, rispetto alla formulazione iniziale e alle precedenti misure, oltre ai negozi e ai locali sono state aggiunte le botteghe artigiane. La Regione sosterrà queste attività con risorse ad hoc per favorirne la permanenza in attività all’interno dei centri urbani, come elemento caratteristico e tradizionale.

(altro…)

Dote Scuola

Baffi (PD): “Avrei posto maggiore attenzione a chi più è in difficoltà”

“Cambiano le legislature, ma la dote scuola resta sbilanciata e richiederebbe una maggior attenzione a chi è in difficoltà economica”, dichiara la vicecapogruppo del Pd in Regione Lombardia Patrizia Baffi dopo aver appreso le novità sul Sistema unitario di istruzione, formazione e lavoro di Regione Lombardia.

(altro…)

Abb, Baffi (PD): Rammarico per il trasferimento

Abb, Baffi (PD): “Rammarico per il trasferimento, ma almeno l’accordo compensa una parte dei disagi”

In queste ore è sottoposto a referendum dei lavoratori il preaccordo tra azienda e organizzazioni sindacali, in relazione al trasferimento di 64 lavoratori dallo stabilimento Abb di San Martino in Strada a Dalmine. La vertenza era arrivata, con un’audizione, fino alla IV Commissione Attività produttive, grazie alla richiesta fatta da Patrizia Baffi, consigliere regionale del Pd. (altro…)

Nilfisk – Gravissimo il rifiuto di intervenire in Commissione

Nilfisk-Baffi (PD): ”Gravissimo il rifiuto della proprietà di intervenire in Commissione

Gravissimo il rifiuto della proprietà della Nilfisk di Guardamiglio di intervenire in Commissione. La consigliera regionale Patrizia Baffi (Pd) stigmatizza così l’assenza dell’azienda all’audizione che si è tenuta oggi in Commissione lavoro, a cui sono intervenuti solo i rappresentanti sindacali dei lavoratori. “Avevo chiesto – spiega Baffi – di audire in commissione sia i rappresentanti sindacali che la proprietà dell’azienda per potere avere risposte certe sulla sorte dei 138 lavoratori, 97 dei quali hanno già ricevuto la lettera di licenziamento, ma la proprietà non ha accettato l’invito. Ho sperato fino all’ultimo si presentasse e ho chiesto fosse presente almeno un delegato della proprietà ma non è stata ascoltata neppure questa richiesta.” (altro…)