Disabilità: adeguamento Misura B1

Pubblicato da Patrizia Baffi il

Baffi (Italia Viva): “La chiusura delle scuole richiede un adeguamento della Misura B1”

L’annuncio della riapertura delle scuole a settembre richiede un adeguamento della Misura B1 in sostegno alle famiglie di persone con disabilità gravissime” dichiara il Consigliere Regionale Patrizia Baffi.

Considerando l’impossibilità per gli studenti con disabilità che normalmente frequentano la scuola o un servizio educativo (CDD) di partecipare alle attività e preso atto dell’impossibilità di usufruire della didattica a distanza, soprattutto per gli studenti con autismo, si rende necessario estendere l’innalzamento del buono di 600 euro a 900 euro mensili, così come già previsto dalla delibera di Giunta regionale n. 2862 del 18.02.2020 per i mesi di luglio e agosto, anche per i mesi di chiusura delle attività dovute all’emergenza Covid, quindi da marzo a giugno” prosegue l’esponente di Italia Viva “garantendo il medesimo trattamento già assicurato agli altri studenti con disabilità gravissima obbligati a casa“.

L’Allegato A della DGR n. 2862 del 18.02.2020 in vigore, in relazione alla Misura B1 prevede quanto segue: 

“In caso di riconoscimento del Buono mensile di € 600,00 a disabile gravissimo che frequenta la scuola, nei mesi di luglio e agosto il buono è innalzato ad € 900,00 – a compensazione del maggior onere assistenziale per il caregiver familiare dovuto al periodo di chiusura della scuola”.

“L’attenzione nei confronti dei più fragili deve continuare ad essere alta” prosegue l’esponente di Italia Viva “Ed è proprio per questo motivo che ieri con una nota scritta ho posto il tema all’attenzione dell’Assessore Bolognini che auspico intervenga con tempestività con l’adeguamento della delibera e la relativa integrazione delle risorse necessarie” conclude Patrizia Baffi, Consigliere regionale di Italia Viva.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: