“Io sto con Giorgia. E tu?”: Fratelli d’Italia in piazza nel Lodigiano su caro benzina, riforma del catasto e cartelle esattoriali

Pubblicato da Patrizia Baffi il

Fratelli d’Italia in piazza a Codogno

Cartelle esattoriali, rincari energetici, caro benzina: sono questi i temi con cui Fratelli d’Italia Codogno ha dato appuntamento ai Codognesi in piazza XX Settembre dalle 10 alle 12:30 domenica 10 aprile, e sabato 23 aprile in occasione di due gazebo nei quali il partito di Giorgia Meloni ha anche aperto la campagna di tesseramento sul territorio.

Il Consigliere Regionale Patrizia Baffi

“Chiediamo che il Governo ascolti Fratelli d’Italia  spiega Patrizia Baffi, Consigliere Regionale codognese di FdI – e proroghi immediatamente i pagamenti delle cartelle esattoriali bloccando le notifiche. Lo chiediamo noi a gran voce, lo chiede il Paese reale, quello che andrebbe ascoltato: perché se l’emergenza esiste per lo Stato, deve esistere anche per gli italiani già colpiti dall’emergenza sanitaria e dai rincari. I gazebo a Codogno sono anche occasione per dare il via alla campagna di tesseramento – conclude Patrizia Baffi -: la comunità politica di Fratelli d’Italia continua a crescere con sempre più adesioni da parte di cittadini che vedono in Giorgia Meloni un punto di riferimento capace di dare concretamente voce ai bisogni reali del territorio, con visione e pragmatismo”. 

“Due appuntamenti per parlare ai cittadini di temi concreti – continua Patrizia Baffi -, in un momento storico complicato in cui il Governo dovrebbe tutelare prima di tutto le famiglie e le imprese. E invece sembra che il bene di famiglie e imprese non sia al primo posto per questo Governo, anzi: basti pensare alle cartelle esattoriali, con l’Agenzia delle Entrate che ha iniziato a notificare a oltre mezzo milione di italiani gli avvisi di pagamento, senza pensare ad una proroga che Fratelli d’Italia ha chiesto a gran voce. Dopo due anni di pandemia, con una guerra in corso e con tutte le conseguenze che porta con sé, ecco che famiglie, imprese, partite IVA e commercianti rischiano il baratro”.

IL CITTADINO DI LODI
LA LIBERTA’

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: