In Commissione Sanità illustrato il Progetto di legge regionale per istituire lo psicologo di base

Pubblicato da Patrizia Baffi il

“Offrire un supporto psicologico capillare per intercettare il disagio psicologico e provare a prevenirne le conseguenze: è l’obiettivo del Progetto di legge regionale per l’istituzione della Psicologia delle cure primarie, che ho sottoscritto a maggio e che oggi è stato illustrato in Commissione Sanità, di cui sono membro. E’ un percorso normativo importante, soprattutto dopo un’emergenza sanitaria che ha notevolmente aumentato questo tipo di patologie che troppo spesso vengono sottovalutate o individuate tardivamente. Questo PDL vuole quindi offrire un supporto psicologico diffuso e sistematico, nel quadro della rete territoriale di assistenza e in collaborazione con i Medici di medicina generale e i Pediatri di libera scelta. Il 12 ottobre il PDL tornerà in Commissione Sanità per alcune Audizioni e nelle prossime settimane il testo potrà essere emendato, quindi verrà approvato in Commissione e arriverà in Consiglio Regionale”.

Così Patrizia Baffi, Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia e membro della Commissione Sanità di Regione Lombardia, dopo la seduta di Commissione in cui è stato illustrato il PDL n. 216 “Istituzione della psicologia delle cure primarie”.

“Si tratta di una risposta importante ad un problema che ha ripercussioni in svariati ambiti del contesto familiare e sociale – continua Patrizia Baffi –e i 12 milioni previsti con questo PDL ogni anno per il triennio 2023-2025 rappresentano un investimento significativo, con cui si vuole rendere più facile l’accesso all’intervento psicologico di primo livello, nell’ambito delle strutture di prossimità e in stretto coordinamento con i servizi specialistici.Il PDL infatti prevede l’inserimento di almeno un professionista psicologo formato all’interno delle Case di Comunità e dei Distretti, con la regia delle U.O. di Psicologia della ASST, con l’obiettivo di garantire una risposta efficace al bisogno della popolazione di accedere a prestazioni psicologiche a bassa soglia e di aumentare la capacità del servizio sociosanitario di intercettare precocemente situazioni di difficoltà”. 

Milano, 28 settembre 2022


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: